Passaggio di proprietà delle moto: regole, costi e documenti

Pratiche burocratiche

Volete comprare un motociclo o un ciclomotore? Ecco quali sono i passi da seguire, e la documentazione necessaria da presentare per effettuare il passaggio di proprietà in modo corretto da soli.

Chi può richiedere il passaggio di proprietà

La richiesta del passaggio di proprietà di un motociclo o di un ciclomotore può essere presentata dall’acquirente (o da una persona incaricata dall’acquirente), qualora disponga del certificato di proprietà, a uno Sportello Telematico dell’Automobilista. Se la richiesta è stata fatta da quest’ultimo, alla documentazione deve essere allegata la delega rilasciata dall’acquirente.

Se non si è bravi con la burocrazia, non si vuol perdere troppo tempo o si ha timore di sbagliare, è meglio affidarsi a un’Agenzia Pratiche Auto come il nostro partner Consuleauto2, in via Reale n.127 a Mezzano, telefono 0544 521517. Vi basterà presentare la Tessera Club PUNTOALSICURO per avere uno sconto di € 15,00.

Passaggio di proprietà di motocicli: come fare

Quando si acquista un motociclo usato (con motociclo intendiamo un veicolo che supera i 50 cm² di cilindrata e dai 125cc in poi), si deve autenticare la firma del venditore sull’atto di vendita, ed entro 60 giorni dall’autentica, bisogna registrare il passaggio di proprietà all’ACI che rilascerà il Certificato di Proprietà aggiornato. Inoltre bisogna richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile. Per il passaggio di proprietà di un motociclo occorre presentare la seguente documentazione:

  • Certificato di Proprietà;
  • carta di circolazione (originale e in copia);
  • fotocopia della carta di identità e codice fiscale del venditore e dell’acquirente;
  • domanda sul modulo TT2119 di richiesta di aggiornamento della carta di circolazione (che si può trovare all’ACI, Motorizzazione oppure presso gli sportelli telematici dell’automobilista);
  • atto di vendita in una delle seguenti forme:
    • dichiarazione unilaterale di vendita con firma autenticata del venditore, in bollo, redatta sul retro del Certificato di Proprietà;
    • atto di vendita in bollo redatto in forma bilaterale, con firma autenticata sia del venditore sia dell'acquirente;
    • atto pubblico, o sentenza in copia conforme all'originale, in bollo.

I costi previsti per il passaggio di proprietà di un motociclo sono circa 85 euro.

Passaggio di proprietà di ciclomotori: come fare

Per un ciclomotore (con ciclomotore intendiamo un veicolo con cilindrata inferiore ai 50 cc.) la richiesta di passaggio di proprietà è più semplice, in quanto non sono iscritti al Pubblico Registro Automobilistico. Per il passaggio di proprietà di un ciclomotore occorre presentare la seguente documentazione:

  • Certificato di Circolazione originale consegnatogli dal venditore;
  • domanda sul modulo TT2118 di richiesta di aggiornamento della carta di circolazione
  • comunicazione di sospensione di ciclomotore dalla circolazione su modello Allegato 2-bis;
  • fotocopia della carta di identità e codice fiscale del venditore e dell’acquirente (nel caso sia minorenne, l’istanza deve essere sottoscritta dal genitore o tutore allegando anche la fotocopia del suo documento di identità);

I costi previsti per il passaggio di proprietà di un ciclomotore sono circa 56 euro. Queste sono le procedure che dovrete seguire se decidete di occuparvi da soli del passaggio di proprietà. Se non si è bravi con la burocrazia, non si vuol perdere troppo tempo o si ha timore di sbagliare, è meglio affidarsi a un’Agenzia Pratiche Auto come il nostro partner Consuleauto2, in via Reale n.127 a Mezzano, telefono 0544 521517. Vi basterà presentare la Tessera Club PUNTOALSICURO per avere uno sconto di € 15,00.