Bonus vacanze e centri estivi 2020

Vacanze estive

Il Decreto Rilancio ha introdotto due bonus per l’estate 2020: quello vacanze e quello per i centri estivi.

Bonus centri estivi 2020

Con il Decreto Rilancio è possibile utilizzare il bonus babysitter per pagare l’iscrizione dei bambini fino a 12 anni a centri estivi o servizi integrativi per l’infanzia.
Possono richiederlo i genitori che:

  • non hanno ancora fatto domanda del bonus babysitter o del congedo parentale straordinario;
  • hanno già richiesto i 600 euro di bonus previsti dal Decreto Cura Italia e possono richiedere il bonus integrativo.

È possibile fare domanda:

  • online sul sito dell’INPS;
  • telefonicamente tramite il contact center chiamando l’803 164 da telefono fisso o lo 06 164 164 da cellulare;
  • tramite CAF o patronati.

Prima di lasciare casa per andare in ferie, vi consigliamo di attivare una specifica copertura, contattateci al numero 0544 212339 oppure scriveteci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per avere informazioni sulle nostre proposte.

Bonus vacanze 2020

Il Bonus Vacanze è uno dei provvedimenti del Decreto Rilancio adottati per promuovere il turismo in Italia. Per poter usufruire di questo bonus è necessario essere in possesso dello SPID ed avere un reddito ISEE inferiore a 40 mila euro.

L’importo del bonus varia dalla composizione del nucleo familiare, e va dalle 500 euro per le famiglie composte da 2 o più persone fino alle 150 euro per i single. Il bonus è utilizzabile da 1 luglio fino al 31 dicembre 2020 ed è utilizzabile per il pagamento della struttura ricettiva (attenzione, la struttura ricettiva può rifiutare l’uso del bonus, quindi meglio verificare in fase di prenotazione).

Per fare domanda e ottenere il bonus vacanze bisognerà:

  • essere in possesso dell’identità digitale (SPID)
  • scaricare l’app del Ministero dei Beni Culturali e Turismo, registrarsi e scaricare un QR-code da utilizzare nelle strutture aderenti.
  • l’inquilino;

Vi ricordiamo che se state progettando vacanze in Puglia, Basilicata, Sardegna o Sicilia, dovrete compilare un modulo di auto segnalazione, e conservare per un periodo di trenta giorni l’elenco dei luoghi visitati e le persone incontrate durante il soggiorno.

Dagli ultimi dati delle prefetture, nel territorio romagnolo i furti ed i tentativi di furto (con danni da scasso a scuroni, infissi, impianti di allarme) nelle abitazioni, sono in costante aumento. Anche se si possiede un impianto d’allarme, non si evitano i danni da scasso, spesso maggiori del danno da furto. Prima di lasciare casa per andare in ferie, vi consigliamo di attivare una specifica copertura, contattateci al numero 0544 212339 oppure scriveteci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per avere informazioni sulle nostre proposte.