Ristrutturazione casa: introdotte cessione del credito e sconto in fattura

Euro

Per aiutare il settore edilizio ed incentivare i lavori, il Decreto Rilancio ha introdotto il Superbonus 110% che potenzia l’Ecobonus e il Sismabonus. Per una serie di lavori svolti dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, i contribuenti potranno detrarre l’intera somma pagata al fornitore più il 10% ripartito in 5 quote annuali di pari importo.

Il Decreto introduce due alternative alla detrazione, ovvero il credito d’imposta, cedibile anche a terzi, e lo sconto in fattura.

Cessione del credito

L’importo pagato al fornitore può essere utilizzato dal contribuente sotto forma di:

  • credito d’imposta da utilizzare per il pagamento delle tasse in compensazione con l’F24;
  • credito da cedere a soggetti terzi.

Noi di PUNTOALSICURO possiamo proporvi una polizza che copra anche solo eventi catastrofici come terremoti o alluvioni.

Sconto in fattura

È possibile richiedere al fornitore uno sconto immediato in fattura che questi poi recupererà come scritto sopra.

Per entrambe le agevolazioni, il contribuente dovrà richiedere il visto di conformità dei dati ad un CAF o altro soggetto abilitato che attesti l’esistenza dei requisiti per ottenere la detrazione.

Noi di PUNTOALSICURO possiamo proporvi una polizza che copra anche solo eventi catastrofici come terremoti o alluvioni.