Assicurazione di un’auto noleggiata: come funziona e cosa copre

noleggio auto

Come funziona l’assicurazione quando si noleggia un’auto? Cosa garantisce e quali coperture aggiuntive invece sarebbe meglio sottoscrivere? Vediamolo insieme.

Quando si noleggia un’auto la copertura RCA è compresa nel prezzo. Vi ricordiamo però che la RCA copre solo i danni provocati ai terzi, sia a persone che a cose e può prevedere una franchigia, ovvero un importo minimo del danno entro cui l’assicurazione non interviene e il rimborso è a carico dell’assicurato, e un massimale.

Quindi qualora provocassimo noi danni alla carrozzeria dell’auto o ci venisse rubata, l’assicurazione non interverrebbe. Potrebbe quindi valer la pena aggiungere altre coperture aggiuntive come:

  • Kasko: l’assicurazione risarcisce anche i danni causati alla carrozzeria del veicolo. Siccome si tratta di un’auto non di proprietà, è sempre bene verificare se ci sono danni preesistenti e segnalarli prima di avviare il noleggio;
  • Furto: l’assicurazione risarcisce i danni in caso di tentato furto, oppure si ha la copertura in caso di furto. Prestate sempre attenzione alla franchigia;
  • Polizza cristalli: l’assicurazione risarcisce i danni in caso di rottura dei vetri del veicolo;
  • Spese sanitarie dei passeggeri: l’assicurazione risarcisce le spese sanitarie dei passeggeri in caso di incidente;
  • Abbattimento della franchigia: con questa copertura aggiuntiva è possibile annullare la franchigia prevista dalla RCA;
  • Infortuni al conducente: l’assicurazione risarcisce le spese sanitarie del conducente in caso di incidente;
  • Aumento del massimale.

Vi consigliamo di fare un’attenta valutazione dei costi/benefici delle coperture aggiuntive prima di avviare il noleggio di un veicolo.

Noleggi a parte, in caso di acquisto diretto, le case costruttrici spesso propongono finanziamenti con assicurazioni comprese: purtroppo queste polizze non includono quasi mai i danni da collisione con veicoli identificati in cui si ha colpa oppure derivanti da uscita di strada. Il nostro consiglio è di gestire in proprio la sicurezza dei nostri beni valutando con attenzione quali coperture sono più importanti di altre. Distruggere un'auto ha un impatto economico pesante, molto di più rispetto alla rottura di un vetro. In questi casi, prima di sottoscrivere un acquisto, prendetevi 10 minuti e ne parlatene con noi. Ci occupiamo "solo" di assicurazioni e il nostro lavoro è orientarvi nel scegliere cosa per voi è più importante e è cosa evitabile.

 

Guidare in sicurezza in caso di maltempo: i nostri consigli

auto maltempo

Ci sono alcune cose a cui dobbiamo prestare attenzione quando ci mettiamo al volante con neve, pioggia e nebbia: vediamo insieme quali.

  1. Ridurre la velocità: il Codice della Strada prevede l’abbassamento dei limiti di velocità in base al tratto stradale e alle condizioni meteorologiche. Le sanzioni per chi non li rispetta vanno dai 41 euro agli 821 euro.
  2. Aumentare la distanza di sicurezza: il Codice della Strada prevede che le auto debbano tenere una distanza di sicurezza tale che sia garantito l’arresto tempestivo ed evitato il rischio di collisioni con chi avete davanti. Questo in base alle caratteristiche, allo stato e al carico del vostro veicolo oltre alle condizioni della strada e del traffico.
  3. Usare le luci (fari anabbaglianti, fendinebbia e retronebbia) in modo corretto: ovvero anabbaglianti sulle strade extra-urbane e fuori dal centro abitato anche di giorno e i dispositivi antinebbia in caso di condizioni meteorologiche avverse.
  4. Utilizzare freni, sterzo e acceleratore con prudenza: in caso di neve e pioggia, è bene evitare le manovre brusche in modo da non perdere l’aderenza con il manto stradale. Cercate di calcolare gli spazi delle frenate, utilizzando il freno con gradualità. Stessa cosa con acceleratore e sterzo, in modo da evitare il pattinamento delle ruote o sbandamenti.
  5. Equipaggiare il veicolo con pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio: i battistrada invernali aiutano a mantenere aderenza, diminuendo il pericolo di acquaplaning.
  6. Catene a bordo: il Codice della Strada prevede che dal 15 novembre al 15 aprile le catene siano a bordo del veicolo indipendentemente dalle condizioni meteo.

Guidare in condizioni di maltempo si può, ma è sempre bene farlo con prudenza e seguendo le regole del Codice della Strada.

Per noi di PUNTOALSICURO la sicurezza è importante e per tutti i possessori della tessera Club offriamo vantaggiose convenzioni con:

  • CARROZZERIA CENTRO CAR – Via Rossetta 194 – Bagnacavallo – Manodopera sconto 10%, ricambi sconto dal 5% all’8%, auto sostitutiva gratuita
  • CARROZZERIA MODERNA – Via Doberdò 18 – Sconto 10% manodopera e ricambi marche italiane, 3% ricambi marche estere
  • CARROZZERIA SORELLE CASADIO – Via Trieste 208/A – Sconto 10% su materiali di consumo e manodopera
  • PNEUMATICI Contessi – Via Romea 134 – Sconto 5% su gomme, sconto 15% su manodopera

Clicca qui e scopri tutti gli sconti che puoi ottenere con la tua Tessera Club PUNTOALSICURO. Se usata con regolarità, potrà farti risparmiare anche 1000 € l'anno.

Nella bottega di Olivia cucina e pasticceria vegana

la bottega di Olivia

A Ravenna, in Via Maggiore 189, ha aperto la bottega di Olivia, cucina da asporto con due proposte di menù: uno vegano e uno a base di pesce.

«La bottega di Olivia è nata da un’idea durante il lockdown a marzo, purtroppo la nostra attività, lo stabilimento balneare Oasi di Marina di Ravenna, era chiusa a causa dei Dpcm anti Covid –spiega il co-titolare Marco Di Marco – che non ci permettevano nemmeno di fare servizio da asporto o delivery. Avevamo già avviato le pratiche per l’apertura di questa nuova attività a maggio, quando poi è fortunatamente iniziata la stagione balneare. Messa in pausa per qualche mese, l’idea della bottega finita la stagione e con le nuove restrizioni è tornata in auge, anche perché non avremmo potuto proseguire, come facevamo da quattro anni, a tenere aperto lo stabilimento balneare anche in autunno e parte dell’inverno».

Così i due fratelli hanno ripreso in mano quel progetto e a inizio mese hanno aperto la loro gastronomia non convenzionale.

«È una bottega di quartiere dove proponiamo un menù vegano e un menù di pesce - spiega Marco -. Sia io che mia sorella siamo vegani, ma dal punto di vista imprenditoriale ci siamo scontrati con la realtà, un menù solo vegetale ci avrebbe limitato molto e quindi abbiamo proposto una variante di pesce riprendendo quella che è la proposta dello stabilimento balneare. Qualcuno ci ha anche criticato, ma siamo realisti. Proponiamo piatti diversi ogni giorno e mia sorella è specializzata in particolare in pasticceria crudista, che sta avendo un buon successo».

La bottega è aperta tutti i giorni a pranzo e il venerdì e il sabato sera anche per il servizio cena, con servizio di asporto e delivery. In menù ci sono antipasti, primi, secondi, dolci vegetariani, vegani e crudisti, più qualche proposta di pesce.

Fanali retronebbia: a cosa servono e quando usarli

fanali

I fanali retronebbia servono a segnalare la posizione del veicolo in condizioni di scarsa visibilità come nebbia molto fitta, forte pioggia, grandine o nevicate, in modo da evitare brusche frenate o tamponamenti da parte degli altri veicoli.

I fanali retronebbia vanno azionati manualmente quando le condizioni atmosferiche non permettono una visuale frontale superiore ai 50 metri e nel caso dietro di voi non ci sia nessuno. Non appena il conducente del veicolo posizionato dietro di voi vi ha notati, siete obbligati a spegnerli. Questo perché i fanali retronebbia hanno una luce rossa molto potente che può risultare fastidiosa quanto i fari abbaglianti. Quindi non bisogna mai accenderli in città o quando vi trovate in colonna.

L’errato utilizzo dei retronebbia è punito dal Codice della Strada con multe che vanno dagli 84 ai 335 euro e si può incorrere anche nella decurtazione di un punto dalla patente.